Condominio: tubi combustione fumi

Condominio: cosa dice la legge sulle canne fumarie

Quando si vive in condominio bisogna rispettare alcune normative particolari, soprattutto per le installazioni e costruzioni che riguardano le parti in comune.

Cosa dice la legge in caso di costruzione di canne fumarie in condominio?

 

La definizione del Codice Civile

 

L’art.1117 del codice civile definisce la canna fumaria un bene comune “fino al punto di diramazione degli impianti ai locali di proprietà esclusiva dei singoli condomini”.

Tuttavia ci sono dei casi in cui la canna fumaria non è oggetto di proprietà comune tra i condomini, ecco quali:

 

– quando è posizionata a servizio di un esiguo numero di condomini oppure di uno solo di essi;

– se vi è un titolo contrario che lo stabilisce, ovvero un contratto condominiale, una sentenza che statuisce l’avvenuta usucapione, un atto che trasferisce la proprietà delle singole unità.

 

L’art.1102 c.c.elenca quali sono le incombenze dell’amministratore del condominio in caso di costruzione di canna fumaria in condominio (ad esempio quando essa è ricavata nella parte vuota di un muro in comune tra i condomini).

 

Cosa dice la giurisprudenza al riguardo

 

Una sentenza piuttosto datata della Cassazione Civile (n.1092/1966) ha statuito che la canna fumaria rientra nella categoria delle “presunzioni di comunioni” cui fa riferimento l’art.1117 codice civile.

Nel caso in cui i condomini non siano d’accordo circa l’installazione di una canna fumaria sulla facciata del condominio, si può comunque procedere, avendo però l’accortezza di rispettarne le caratteristiche tecniche.

Il diniego degli altri condomini non può impedire di ottenere l’autorizzazione comunale per la costruzione di una canna fumaria.

Lo ha stabilito la sentenza n. 1308 del Tar Lombardia.

 

Caratteristiche tecniche da rispettare

 

Quali sono i criteri tecnici che bisogna seguire per l’installazione di una canna fumaria in un condominio?

 

– Il decoro architettonico dell’edificio: la canna fumaria non può rovinare l’aspetto estetico del condominio;

– La canna fumaria non deve ridurre la visuale dalle finestre a causa della posizione o delle dimensioni;

– Le distanze legali tra proprietà contigue vanno mantenute sempre e comunque;

– Sicurezza e stabilità dell’edificio non devono mai essere compromesse;

– Nel caso di installazione di canna fumaria sul tetto dell’edificio, va valutata l’eventuale sottrazione di lastrico solare agli altri condomini.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.