Il pericolo legionella negli impianti di condizionamento

Cos’è la legionella

Con il termine legionella si identificano una serie di infezioni causate da diversi batteri aerobi. Quest’infezione è denominata legionellosi e si contrae respirando il vapore acqueo contaminato da questi batteri, come ad esempio aerosol o anche in doccia.

I sintomi della malattia sono simili a quelli della polmonite, ma alcuni disturbi permettono di riconoscere la legionellosi da quest’ultima: diarrea, dolori intestinali, dolori al torace, muscolari, febbre alta e sintomi cardiaci. Inoltre ci sono dei fattori a rischio per questa malattia, come l’età avanzata, il sesso maschile, il fumo, l’immunodeficienza e la presenza di malattie cronico-degenerative.

La legionellosi si distingue in due forme differenti: la febbre di Pontiac, con periodo di incubazione di 1-2 giorni ed è una forma più lieve di legionellosi, mentre la Malattia del Legionario può essere mortale.

Con un periodo di incubazione di 4-5 giorni, ha gli stessi sintomi della polmonite e se individuata troppo tardi è incurabile. I batteri della legionella sono presenti in acqua, quindi fiumi, laghi, pozzi e risorgive termali possono essere un luogo di riproduzione.

A volte è possibile che si stabilizzino anche negli acquedotti, in quanto possono non cedere ai trattamenti chimici. Ma ci sono alcune condizioni che permettono a questi batteri di riprodursi più facilmente, come ad esempio la temperatura tra 25°C e 42°C, presenza di ossigeno, stagnazione, la presenza di elementi nutritivi discolti in acqua e la possibile vaporizzazione. Per questo motivo alcune categorie di edifici sono più predisposti alla formazione di questi batteri.

Ospedali, cliniche, alberghi, campeggi, impianti sportivi, impianti di condizionamento, idrosanitari, terme, spa, fontane e cascate artificiali, sono questi gli impianti che sono maggiormente a rischio con elevato possibile contatto con questi batteri.

Legionella e impianti di condizionamento

A causa di diversi casi di legionella in Europa, sono state create delle linee guida per ogni ambiente che ospita impianti di condizionamento. Dato che la legionella si diffonde nel vapore, quale miglior risorsa se non l’aria condizionata.

Per questo è fondamentale prendere consapevolezza che se si possiedono impianti di condizionamento è fondamentale la manutenzione dei filtri. Sul mercato oggi sono presenti svariate soluzioni chimiche che permettono di proteggere i filtri degli impianti di condizionamento dalla proliferazione di questi batteri.

Sicuramente la continuità nella pulizia è fondamentale. Inoltre è anche una responsabilità se si è titolari di negozi o strutture adibite al pubblico. Ma sono presenti alcune soluzioni per evitare la proliferazione del batterio negli impianti di condizionamento.

Tra questi: evitare tubazioni cieche o senza circolazione, evitare tubazioni troppo lunghe, preferire materiali di rame, prevenire la formazione di biofilm e incrostazioni, evitare formazioni di ristagni e sicuramente effettuare una pulizia periodica.

Fonte: http://disinfestazioni-roma.it/

 

1 Comment

  1. Mi è stato molto utile, un occasione di un problema che ho avuto: BRAVI

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.