Scrivere per i motori di ricerca

Scrivere sul web ottenendo un buon posizionamento del sito per i motori di ricerca non è impresa da poco. Alla base della disciplina del SEO copywriting ci deve essere un buon sito, con struttura solida e prodotti di qualità, nel caso si parli di siti di e-commerce. Ecco una piccola guida sul SEO copywriting, che svelerà alcuni piccoli trucchi per scrivere un testo SEO oriented:

1) Indicizzare le parole chiave

La prima cosa da fare è sicuramente indicizzare le parole chiave, per far sì che esse appaiano sui motori di ricerca. Per ottenere un buon posizionamento del sito su Google, ad esempio, sarà quindi opportuno indicizzare le adeguate Keyword, che richiamino il prodotto o il servizio che stiamo presentando.

2) Scegliere un titolo originale

Bisognerà poi scegliere un titolo valido, preferibilmente di formato “long tail” ovvero a coda lunga, formato da uno o più termini. Il titolo deve essere accattivante ed interessante, con uno stile elegante, che si metta nei panni dell’utente e catturi la sua attenzione.

3) Descrivere un solo argomento per pagina

Bisogna inoltre adottare la tecnica di descrivere un solo argomento per sezione, in modo che le pagine siano ben indicizzate e separate. I siti confusionari, che trattano di diversi argomenti, non otterrano mai un buon posizionamento.

4) Scrivere un’introduzione
Per ottenere un articolo di qualità, dopo il titolo bisognerà scrivere un’introduzione, che dia un’idea del contenuto. È inoltre consigliato scrivere un’anteprima, così da dare un’idea veloce, soprattutto a chi ha poco tempo, sull’argomento dell’articolo o del sito. Questo consente di dare un plus al sito e di offrire un servizio aggiuntivo all’utente.

5) Dividere il testo in sottoparagrafi
Bisogna inoltre ricordare che il testo deve essere diviso in sottoparagrafi, con titoli significativi, che aiutino il lettore a districarsi nei meandri del web e del testo. La soglia di attenzione sul web del lettore medio è infatti di pochi secondi, quindi sono quelli che consentono a un sito ben progettato di scalare le classifiche del posizionamento.

6) Scegliere immagini d’impatto

Bisognerà poi inserire immagini significative, che non siano troppo pesanti, in modo da non rallentare il sito web e che rappresentino con efficacia il
messaggio che si vuole trasmettere all’utente.

7) Scegliere la giusta densità di keyword

Fare in modo da ripetere in maniera intelligente più volte la parola chiave, di modo che i motori di ricerca la riconoscano e propongano il sito fra i primi risultati del Web. La regola d’oro sarebbe quella di non scegliere più di tre keyword, ben pensate e progettate, che riassumano ciò che vogliamo dire al nostro cliente.

8) Creare molti link interni

I link interni, sfruttando le caratteristiche del metatesto, facilitano la navigazione all’interno delle varie sezioni del sito o dell’articolo. Grassettare e sottolineare i link può aiutare un utente quindi a trovare subito ciò che serve e connettersi velocemente alla sezione che cerca. I link interni sono molto utili anche a scalare le classifiche sul posizionamento di Google o di altri motori di ricerca.

E, soprattutto

9) Scrivere dei contenuti di qualità

La regola d’oro, comunque, é scrivere dei contenuti di qualità, leggibili, facili da interpretare, con uno stile accattivante ed originale. Questa é una regola generalmente valida per tutti i contenuti online, perché scrivere senza errori grammaticali, con un buon lessico e una buona forma é una ottima presentazione per il sito.

Vi abbiamo illustrato alcune fra le più diffuse tecniche di SEO copywriting, che possono quindi in qualche modo aiutarvi a posizionare il vostro sito fra i primi posti di un motore di ricerca.
Questa piccola guida sul SEO copywriting é un riassunto incisivo dei passi da seguire quando si vuole scrivere per il web, raggiungendo un numero sempre maggiore di utenti e presentando in maniera chiara e brillante il messaggio che vogliamo dare al lettore.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.